Associazione Culturale Noste Reis - Lingua e cultura del Piemonte

Cerca nel sito

Vai ai contenuti

Lezione 15

Breve corso online

Conversassion


- l Piemont a l' un pais d camp e 'd montagne.
l mar a-i nen, pa vj, Cristin-a?
- It l'has rason, Fransesch, ma sn a veul pa d che la lenga piemontisa a l'abia nen l lssich dl mar!
- Fame d'esempi!
- Coma ch'it veus; pija l'italian "gomena": lo sas-to nen che an piemontis as dis "soastr"? E la "nave" da nojutri a l' la "nav", con tant d caren-a, popa, vele e timon. E pr d "marinaio" i l'oma nen un-a, ma doe parle: marinar e matlt.
- Ansoma, disme nen ch'i soma 'dc un ppol d mar...
- Lol n, bin sigur, ma i l'oma amprend a and pr mar: t'arcrds-to nen che Nissa a l'era piemontisa, e a 'l l'era 'dc Onja, cola che j'italian a ciamo Oneglia? Bele nojutri i l'avo nsta cita flta, ch'a l'ha sav fesse onor.
- Ma ij pss, coj-l i-j conossoma pro: it je treuves nen mach ant l mar: l luss, la truta, la tenca, 'l barb, l somon: un p galup che l'utr!
- Va ben, galupass! Andoma mangesse na truta?
- i!




Vocabolari

camp = campo
mar = mare
a 'l l'era = lo era
flta = flotta
a l'ha savusse f onor = ha saputo farsi onore
pss (pron. con e aperta) = pesce
it je treuves = li trovi
luss = luccio
truta = trota
tenca = tinca
barb = barbo
somon = salmone
galup = ghiotto (aggettivo) e ghiottone (sostantivo)

NTE D GRAMTICA


I NOMI ALTERATI

I nomi in piemontese, come nelle altre lingue romanze, possono subire delle alterazioni.

I diminutivi terminano in:

-et / tta

-t / -ta

-uss / -ussa

-in / -in-a

Esempi: fijtta (fanciulla), cagnet (cagnolino), paisant (contadinello (da paisan))

Gli accrescitivi terminano in:

-on / -on-a

Esempi: citon (bambinone), grasson-a (grassona)

I peggiorativi terminano in:

-ass / -assa

Esempio: cagnass (cagnaccio)

I nomi
aso, mo, giovo hanno forme speciali e subiscono un cambio di radice a contatto con suffissi accrescitivi, diminutivi etc:

omnon (omone), omnuss (omuncolo), asnet (asinello), asnon (asinaccio), giovnotin (giovanottino)

Notare che i nomi uscenti in
/ -, se a contatto con un suffisso che li altera, recuperano la -r- presente nella loro derivazione etimologica. Ad esempio, pias diventa piasiron.

VERB


FORMA RIFLESSIVA

In piemontese (come in italiano) la forma riflessiva del verbo si costruisce mediante particelle pronominali che prendono il nome di pronomi riflessivi.

I pronomi riflessivi coincidono con i pronomi oggetto tranne che nella terza persona singolare e plurale e nella prima plurale.

I pronomi riflessivi assumono due diverse forme secondoch essi seguano il pronome verbale oppure il verbo (nei modi infinito, imperativo, participio passato).

1. Caso del pronome riflessivo che segue il pronome verbale.

La tabella confronta la forma riflessiva con quella non riflessiva con i corrispondenti pronomi oggetto.

vestisse (vestirsi)

pronome
riflessivo

vest (vestire)

pronome
oggetto

mi im vesto (io mi vesto)

-m

chiel / chila am vest (egli / ella mi veste)

-m

ti it veste (tu ti vesti)

-t

mi it vesto (io ti vesto)

-t

chiel / chila as vest (egli / ella si veste)

-s

ti it lo / la veste (tu lo / la vesti)

lo / la

nojuti is vestoma (noi ci vestiamo)

-s

vojuti an veste (voi ci vestite)

-n

vojuti iv veste (voi vi vestite)

-v

loruti av vesto (loro vi vestono)

-v

loruti as vesto (essi / esse si vestono)

-s

noiuti i-j vestoma (noi li / le vestiamo)

-j


2. Caso del verbo nei modi infinito, imperativo, participio passato.

Il pronome riflessivo prende la seguente forma:

-me

-te

-se (-sse dopo vocale)

-ve

-se (-sse dopo vocale)

Esempi.

I son catame un computer neuv (Mi sono comperato un nuovo computer)
Fate furb, fl! (Fatti furbo, sciocco!)
A l' fasse prpi bela, cola fitta! (Quella ragazzina si fatta proprio bella)
I soma capisse? (Ci siamo capiti?)
Dsgageve! (Sbrigatevi!)
Beless a venta tense pr nen droch! (Qui bisogna tenersi per non cadere!)

ESERCISSI. VIR AN ITALIAN / AN PIEMONTIS


1. I son aussame (=alzato) con mal la testa.
2. Com -la?
3. As vdd / ved che jer i l'hai mangi caics ch'a l'ha fame mal.
4. Ses-to franch sigur?
5. I lo son: stamatin am smijava 'd nen podj st an p.
6. Arcrd-te d catete (
catesse = comprarsi) la meisin-a (medicina).
7. I l'hai gi catala.




1. Non voglio pi vederla.
2. Perch? Cosa ti ha fatto?
3. Mi ha tradito (tradire= trad).
4. Con chi?
5. Con un ragazzino che non conosci.
6. Allora trovati un'altra ragazza.
7. Mi piaceva quella. Non posso dimenticarla.
8. Non voglio pi vederla.

Home Page | L'Associazione Noste Reis | Corsi per le scuole | Corsi per adulti | Le pubblicazioni | La lingua piemontese | Mondo, identit e storia | Breve corso online | Letteratura | Pittura | Scienza | Attivit e incontri | Contatti e Note | Riconoscimenti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu