Associazione Culturale Noste Reis - Lingua e cultura del Piemonte

Cerca nel sito

Vai ai contenuti

Lezione 5

Breve corso online

Conversassion 1


- Che ora cha l?
- A l ndes ore.
- Quand chas mangia?
- Prch tm ciame lol? Lhas-to gi forse fam?
- Speta ancora marlit, cha sar tst ora d disn!
- Vire a venta chi speta ancora?
A che ora chi mangioma?
- Chit ses impassient! Da s nora a l mesd.
- I mangioma a mesd?
- Ancheuj ; dman a peul desse chi sio oblig d f disn p tard, vers mes bt o un bt.
- Speroma ch d n.

Vocabolari

che ora cha l? = che ora ?




a l ndes ore = sono le undici
quand chas mangia? = quando si mangia?
tm ciame = mi chiedi
marlit = un poco, un momento
lol (o ln) = questa cosa, ci
lhas-to? = hai? (forma interrogativa speciale)
tst = presto
mesd = mezzogiorno
disn = pranzo
da s nora = tra unora
ancheuj = oggi s
tard = tardi
mes bt = la mezza
oblig d f = obbligato a fare
speroma ch d n = speriamo di no

Conversassion 2


In questo testo sono presenti forme verbali relative a nuovi modi e tempi. Questo primo contatto torner utile quando saranno presentati i paradigmi completi.

Adrian. - Che ora cha l ?
Morissi. - A l doi bt.
A. - Mach?
M. - Prch it die mach ?
A. - Prch i vorra cha fussa gi sira: an efet stassira a-i la parta d ftbal la p amportanta dla stagion, e i lhai maitas d vardemla.
M. - A che ora cha comensa?
A. - A eut ore.
M. - It na ses sigur? A ancamin-a nen a eut e mesa?
A. - N, n, a eut ore an ponta.
M. - Cole cha son le squadre chas dan bataja stassira?
A. - Coma, t lo sas nen? Ma an che mond chit vive? A son l Turin e la Juventus, le doe squadre dla capital d Piemont!
M. - A l ass probbil cha vagna la Juve: a lha d giugador p an pita.
A. - E chi a lo s? It sas coma chas dis: l balon a l riond, as peul nen andvinesse chi cha vagnr.
M. - Comsssa, da s dontr ore i savroma chi cha lha vagn. Ma disme ancora sn, Adrian, it vas a l stadi o t varde la parta pr television?
A. - I la vardo pr television, prch ij biet a jero tit esaur; a-i na jera p gnun an vir.
M. - Chi t spere cha vagna?
A. - l vej Tr, it deve gnanca ciamemlo!

Vocabolari

a l doi bt = sono le due
i vorra = vorrei
cha fussa = che fosse
stassira (
stassira dopo consonante) = stassera




ftbal = calcio, football inglese
amportant = importante (femm. sing.
amportanta,
[femm. plur.
amportante; plur. masch. come il sing.)
i lhai maitas d = non vedo lora di
maitas = smania, fretta, forte voglia di far qualcosa
vardemla = guardarmela
a eut ore = alle otto
a eut e mesa = alle otto e mezza
a eut ore an ponta = alle otto in punto
as dan bataja = si dnno battaglia
ass = abbastanza
a l ass probbil cha vagna = abbastanza
[probabile che vinca
vagn = vincere
giugador = giocatore
an pita = in gamba
it sas coma chas dis = sai come si dice
balon = pallone
riond = rotondo (fem.sing.
rionda, fem.plur. rionde)
andvin = indovinare (
andvin = indovino)
as peul nen andvinesse = non si pu indovinare
[(lett. non si pu indovinarsi: il piemontese ama
[raddoppiare il pronome
s)
chi cha vagnr = chi vincer
comsssa = comunque, comunque sia
da s dontr ore = tra alcune (o: tra poche) ore
dontr = alcuni /-e, pochi /-e
i savroma = sapremo
stadi (
stadi dopo consonante) = stadio
parta = partita
television = televisione
biet = biglietto
a jero = erano
esaur = esaurito
a-i na jera = ce nera / ce nerano
[(a-i na j = ce n / ce ne sono)
chi t spere cha vagna ? = chi speri che vinca ?
Tr = Toro, nome popolare del Torino (football)
Juve = nome popolare della Juventus (football)

Letura


CONTOMA AN PIEMONTIS

Arlongh d la tersa Lession i loma presentave ij nmer cardinaj da 1 a 10; ora presentoma jutri.

11 ndes
12 ddes
13 trdes
14 quatrdes
15 qundes
16 sddes (lacent a tomba an sla )
17 disset
18 disdeut
19 disneuv
20 vint, 21 vintun, 22 vintedoi, 23 vintetr
24 vintequat, 25 vintessinch, 26 vintesses
27 vintesset, 28 vinteut, 29 vinteneuv
30 tranta, 31 trantun, 32 trantedoi ...
38 tranteut, 39 tranteneuv
40 quaranta, 50 sinquanta, 60 sessanta
70 stanta, 80 otanta, 90 novanta
100 sent
101 senteun (pronunsi coma 'sent-e-un')
102 sentedoi, 103 sentetr ...
110 sentedes, 150 sentessinquanta ...
170 sentestanta, 180 senteotanta ...
200 dosent, 300 trzent, 400 quatsent
500 sincsent, 600 sessent, 700 setsent
800 eutsent, 900 neuvsent
1.000 mila ...
1.450 milaquatsentessinquanta ...
1.985 milaneuvsenteotantessinch ...
1.999 milaneuvsentenoranteneuv ...
2.000 doimila, 3.000 tremila, 4.000 quatmila
5.000 sincmila, 6.000 sesmila, 7.000 setmila ...
10.000 desmila ...
100.000 sentmila ... 900.000 neuvsentmila
1.000.000 un milion
1.000.000.000 un miliard / un bilion




Vocabolari

arlongh d = lungo , nel corso di
[(si dice
arlongh dl fium = lungo il fiume,
ma anche
arlongh d lann = nel corso dellanno)
i loma presentave = vi abbiamo presentato
[(Nota. In piemontese il pronome complemento posto in coda al participio passato mentre in italiano anteposto allausiliare).
ora = adesso, ora
presentoma = presentiamo
tomb = cadere (sinonimo:
casch)
ndes (undici). Si noti che l'accento sulla
o acuto e quindi tonico (non fonico); la vocale va quindi pronunciata come la 'u' italiana.

Conversassion 3


- Mi i son strach; ti t ses strach?
- N, chiel a l strach.
- Nojutri i soma strach coma vojutri.
- dc vojutri i seve strach?
- N; lorutri a lo son.

Vocabolari

strach = stanco (
strach dopo consonante).




mi i son = io sono.
tit ses = tu sei.
chiel a l = egli .
nojutri i soma = noi siamo.
vojutri i seve = voi siete.
lorutri a son = essi sono.
lorutri a lo son = essi lo sono

NTE D GRAMTICA


L'ORA

Che ore sono? = Che ora cha l?
la mezza = A l mes bt
luna = A l un bt
Sono le due = A l doi bt
Sono le tre = A l tre bt (pi raramente,
tre ore)
Sono le quattro / le cinque ... / le undici = A l quatr ore / sinch ore ... / ndes ore
mezzogiorno = A l mesd
mezzanotte = A l mesaneuit

Per indicare una certa ora:

Alluna = A un bt
Alle due = A doi bt
Alle cinque = A sinch ore, etc.

Esempi:

luna e cinque = A l un bt e sinch
luna e mezza = A l un bt e mes
Sono le due e dieci = A l doi bt e des
Sono le due e mezza = A l doi bt e mes (
bt maschile, quindi non 'doi bt e mesa')
Sono le tre e un quarto = A l tre bt e un quart
Sono le tre e mezza = A l tre bt e mes
Sono le quattro e venti = A l quatr e vint
Sono le quattro e mezza = A l quatr e mesa
Sono le cinque e venticinque = A l sinch e vintessinch
Sono le cinque e mezza = A l sinch e mesa
Sono le sei e mezza = A l ses e mesa
Sono le sei e trentacinque = A l ses e trantessinch
Sono le sette meno venti = A l vint minute a set ore
Sono le sette e tre quarti = A l set e tre quart
Sono le otto meno un quarto = A l un quart a eut ore
Sono le otto meno dieci = A l des minute a eut ore
Sono le nove meno cinque = A l sinch minute a neuv ore

Per specificare che si tratta di unora del mattino, del pomeriggio, della sera o della notte si aggiunge:
d matin / dla matin, dl dp-mesd, d sira, d neuit

Esempi:
sinch ore d sira, quatr ore dl dp-mesd, eut ore d sira, doi bt d neuit
Sono le sedici = A l quatr ore dl dp-mesd
Alle diciassette e venti = A sinch ore d sira
Alle ventidue = A des ore d sira
Alle quindici e un quarto = A tre bt e un quart dl dp-mesd

Note.

Mentre in italiano si dice: le due meno dieci, le quattro meno venti, etc. in piemontese si preferisce la costruzione:
des minute a doi bt, vint minute a quatr ore etc.

In piemontese si dice
a l quatr ore, etc. ma non 'a l quatr ore e vint': bisogna dire a l quatr e vint.

Nella lingua parlata si possono omettere i sostantivi plurali
minute e ore:
a l vint (minute) a quat = sono le quattro meno venti
is vddoma a un quart a des (ore) = ci vediamo alle dieci meno un quarto
i ruvo a sinch (minute) a neuv = arrivo alle nove meno cinque

Per dire in piemontese entro le e verso le si usano rispettivamente le espressioni
ant le e anvers :
A dis cha ven ant le sinch ore = dice che viene entro le cinque
A l ruv anvers sinch ore = arrivato verso le cinque

Larticolo femminile plurale le diventa
j davanti a vocale, quindi entro le otto si dir ant jeut ore.

L'italiano "minuto" si traduce con
minuta, che un sostantivo femminile regolare e come tale vuole la giusta concordanza degli aggettivi); "secondo" si traduce con second (sostantivo maschile regolare):
na dzen-a / na desen-a d minute = una decina di minuti
na quindzen-a d minute = una quindicina di minuti
na vinten-a d minute = una ventina di minuti
tre quart dora = tre quarti dora

ESERCISSI. VIR AN ITALIAN / AN PIEMONTIS


Conversassion.

Luis: - Doman it ses antcc o t vas no ?
Berto: - Fin-a a ndes ore i stagh antcc, peui anvers ndes e un quart i vad f la spisa al mrc.
L. - Quand it pense d torn ?
B. - Se tut a va bin, i penso d torn ant le dodes.
L. - Ln chit cate al mrc?
B. - I cato l lit, le tomtiche e la vrdura.




Nel pomeriggio viene Paola.
Andiamo a vedere una partita allo stadio.
La partita comincia alle tre in punto.
Non vedo lora di essere gi l!
Spero di trovare anche Cristina e Adriano.
Sono proprio impaziente di vedere se la mia (
mia, senza larticolo, che davanti al possessivo singolare si omette) squadra vince.
E se non vince? Comunque alle cinque meno un quarto sar (
a sar) tutto finito (fin) e sapremo il risultato (larzult).

Home Page | L'Associazione Noste Reis | Corsi per le scuole | Corsi per adulti | Le pubblicazioni | La lingua piemontese | Mondo, identit e storia | Breve corso online | Letteratura | Pittura | Scienza | Attivit e incontri | Contatti e Note | Riconoscimenti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu